martedì 31 maggio 2011

Finalborgo by night - Degustazioni di rum da Tia Pepa

Finalborgo è un delizioso borgo medievale chiuso da mura, una piccola perla della Riviera Ligure di Ponente. Fa parte dei Borghi più belli d'Italia! Ci sono stata sabato, amo passeggiare la sera per le sue viette curate, e amo anche andare a degustare rum da Tia Pepa, localino a ridosso delle mura che propone delle degustazioni da favola per gli appassionati di rum.
Da Tia Pepa (che chiaramente non propone solo rum, anche un buon bicchiere di vino volendo, sono io che amo le loro degustazioni speciali) hanno rum di molti luoghi esotici: noi l'altra sera abbiamo provato due degustazioni, una della Martinica e una di Guadalupe. Ogni degustazione prevede tre tipi di rum, serviti con frutta, caffè, cioccolato, miele e altre delizie per essere apprezzati appieno!

Totalmente da provare!!
Cin... ;)

martedì 24 maggio 2011

L'aperitivo perfetto dell'estate: Gamberoni, guacamole e nachos


D'accordo, oggi è martedì... ma vi posto questo mio aperitivo perfetto da week end/relax al sole! 
Ho preparato il GUACAMOLE usando dei bellissimi avocados maturi, ho passato in acqua bollente i gamberoni (che abbinati al guacamole sono una goduria) e accompagnato il tutto con i nachos (per aiutarsi a finire il guacamole che produco sempre in quantità enormi...)
Infine, ho stappato una bottiglia di vino bianco ghiacciato :)

E per voi, qual'è l'aperitivo perfetto da week end/relax al sole???
Scrivetemi la vostra ricetta nei commenti, please!!

lunedì 23 maggio 2011

Salade de Chevre Chaud


L'insalata di chevre chaud è un piatto facile e veloce da preparare, sfizioso e perfetto in primavera ed estate! Ogni volta che passo dalla Francia la ordino sempre:)
Ce ne sono diverse versioni (quella che vedete nella foto, mangiata a Tende, aveva anche il prosciutto crudo, che non c'è sempre. Però mi è piaciuta e quindi vi dò la ricetta che lo prevede).


INGREDIENTI (per 2 persone)
Insalata verde mista a scelta (lattuga, iceberg, valeriana...)
2 Pomodori
1 peperone rosso
un po' di cipolla cruda (se ve la sentite)
1 baguette
un po' di burro
formaggio di capra
4 fette di prosciutto crudo
olio extra vergine d'oliva
sale
erbette a scelta (basilico, rosmarino, maggiorana)

PREPARAZIONE
Per cominciare, l'elemento fondamentale: il formaggio di capra. In Francia usano il Sainte - Maure

che si trova praticamente ovunque (quello della foto fa parte della linea che appartiene alla nota catena di supermercati Casino). In Italia è un po' più difficile da trovare, nei supermercati grandi di solito si trova. Altrimenti andrà bene un qualsiasi altro caprino, possibilmente grasso e un po' stagionato ;)
Preparate quindi un letto di insalata e affettate i pomodori, che sistemerete sui bordi. Tagliate poi il peperone crudo a cubetti molto piccoli e la cipolla a fettine e guarnite anche con questi la vostra insalata. Adagiate 2 fette di prosciutto crudo su ogni insalata e condite con olio, sale ed erbette. Preparate quindi i crostini tagliando la baguette a fettine e facendole rosolare in padella con poco burro. Quando le fette di pane saranno quasi rosolate al punto giusto, copritele con una fettina sottile di formaggio e lasciatele in padella finchè non sarà diventato morbido. Sistemate quindi 4 crostini coperti di formaggio su ogni piatto di insalata... et voilà, pronta per essere servita!

La petite cave - Menton

Buongiorno a tutti!
Oggi vi segnalo un indirizzo particolare da segnarvi se vi capita di passare dalle parti di Menton e siete stanchi dei soliti ristoranti di pesce:)
Sto parlando della Petite Cave, una piccola creperie bretone che si trova in un bel vicoletto proprio dietro al porto. E' un posto perfetto per un pasto veloce, economico e diverso dal solito. Appena si varca la porticina in stile medievale, ci si ritrova in una "grotta" molto suggestiva.
La proprietaria vi porterà i menù, dai quali potrete scegliere tra una bella varietà di crepes salate e dolci. Quelle salate, chiamate galettes, sono fatte con farina di grano saraceno: c'è una vasta scelta di ripieni, dai più classici ai più originali, e vengono servite coperte da un pezzettino di burro salato che subito si scioglie sulla crepe :)
Quelle dolci, golosissime, sono invece prodotte con la classica farina di frumento. Per accompagnare le crepes è perfetto il sidro di mele bretone, che fa solo 5° e va giù che è un piacere!
Con una bottiglia di sidro e due crepes ve la caverete con circa 15 euro di spesa e uscirete contenti!
Nei week end estivi vi consiglio di prenotare... il locale è piccolo!

LA PETITE CAVE
6 Place Petit Port
06500 Menton, Francia
04 93 35 90 54

giovedì 19 maggio 2011

Torta salata agli asparagi


Buongiorno a tutti, eccovi un'altra ricetta che ha per protagonisti gli asparagi! L'ha preparata oggi a pranzo Rirì ed era veramentee deliziosa... ecco come prepararla:

INGREDIENTI
un chilo di asparagi
4 uova
una ciotola di parmigiano grattato
ricotta (una confezione)
una confezione di pasta brisè
sale

PREPARAZIONE
Fate bollire gli asparagi e frullateli bene. In una ciotola sbattete le uova, incorporate quindi la ricotta, il parmigiano e il sale, infine aggiungete gli asparagi frullati e mescolate bene. Stendete la pasta brisè su una teglia rotonda e versatevi sopra il composto che avete preparato. Infornate quindi nel forno già caldo (circa 180 gradi) per poco più di 20 minuti. Quando la torta sarà cotta sfornatela e consumatela tiepida.

Più facile di così!! ;)

lunedì 16 maggio 2011

Flan agli asparagi di Santena con salsa al Parmigiano

Sabato sera ho preparato una cena dedicata all'asparago di Santena, dal momento che adoro gli asparagi e la stagione è quella giusta! I piatti che ho proposto sono semplici da preparare e gustosissimi. Iniziamo con i flan di asparagi di Santena con salsa al parmigiano. Ho scovato in un negozio del centro delle belle formine di un materiale adatto sia per il forno che per il freezer (silicone?!) che ho utilizzato per cuocere i piccoli flan, ma si possono preparare anche in formine più old style... le mie si sono rivelate perfette perchè il contenuto non attacca per niente quindi è stato facilissimo ribaltare i flan sul piatto :)

Ecco come procedere:
INGREDIENTI (per 6 flan monoporzione)
mezzo kg di asparagi bolliti
4 uova
una ciotola di besciamella
un pizzico di sale
un pizzico di pepe
un pizzico di noce moscata
2 cucchiai di parmigiano reggiano
PER LA SALSA AL PARMIGIANO
una confezione di panna fresca
8/10 cucchiai abbondanti di parmigiano grattugiato

PREPARAZIONE
Ho fatto bollire gli asparagi fino a che sono diventati morbidi (circa un quarto d'ora)
Ho messo tutti gli ingredienti, compresi gli asparagi bolliti, in una terrina e ho frullato tutto con il pimer a immersione. Quindi ho inserito il composto così ottenuto negli stampini (aiutandomi con un piccolo mestolo)
e ho messo a cuocere gli stampi in forno già caldo (180 gradi) per mezz'ora. Nel frattempo ho preparato la salsa al parmigiano, mettendo in un pentolino la panna a scaldare e aggiungendo il parmigiano grattugiato. Ho mescolato bene in modo da non avere grumi e l'ho lasciata riposare.
Finita la cottura dei flan li ho tolti dal forno e li ho lasciati raffreddare un attimo
Poi li ho rovesciati su un vassoio
Infine li ho serviti coperti dalla salsa al Parmigiano!
Sono venuti buonissimi!!!

Torta di mele svizzera

Buongiorno a tutti,
sono pronta a raccontarvi alcune ricette nelle quali mi sono cimentata nel week end... partendo da una favolosa torta di mele svizzera che è venuta benissimo! Ho scovato la ricetta sul grande ricettario De Agostini presentato da Gualtiero Marchesi, praticamente una bibbia con migliaia di ricette.
La ricetta non specifica il tipo di mele da utilizzare, ma io avevo le renette, perfette per le torte.
Ecco come procedere:

INGREDIENTI (dosi per 4 persone):
4 mele
farina 200 grammi
2 uova
125 grammi di burro
125 grammi di zucchero
il succo di mezzo limone
un cucchiaino di lievito in polvere
poco burro per la tortiera

PREPARAZIONE
Lavorate a lungo in una terrina il burro con lo zucchero, i tuorli d'uovo, il succo di limone. Setacciate la farina con il lievito e unitela a cucchiaiate al composto di burro e uova. Continuate a lavorare con un cucchiaio di legno fino a che la farina sarà ben assorbita e il composto risulterà omogeneo e spumoso. 


Montate a neve ben soda gli albumi e unite anche questi al composto. Versate quindi il composto in una tortiera ben imburrata. Sbucciate e tagliate le mele a metà, eliminate il torsolo e con un coltellino affettatele sottilmente a ventaglio lasciandole unite nella parte inferiore (io non ho avuto questa pazienza e le ho tagliate a fettine normali...)
Cospargete le mele con poco zucchero e disponetele nella tortiera sul composto. Passate in forno già caldo (180 gradi) per circa 40 minuti. Controllate la cottura: se le mele dovessero scurirsi troppo in fretta, coprite la tortiera con un foglio di alluminio.
Lasciate intiepidire e servite!



mercoledì 11 maggio 2011

"Amici in cucina": Light dinner con Luca Bianchini

Ciao a tutti,
con questo post vi voglio avvertire di una bellissima iniziativa che si terrà domani sera, giovedì 12 maggio, al ristorante Rural (corso Verona 15/c, Torino).
Lo scrittore torinese Luca Bianchini festeggerà al Rural in anteprima il suo nuovo romanzo, “Siamo solo amici”, che presenterà al Salone del Libro di Torino con Luciana Littizzetto. Agli “amici” domani sera proporrà alcune specialità preparate insieme allo chef stellato Massimo Camia. Vi aspettiamo!

il costo del Light dinner è di 15 €. Occorre prenotarsi, i posti scarseggiano:)
Se volete partecipare scrivete un commento a questo post oppure segnatevi via mail all'indirizzo:
foodieseventi@gmail.com

La spesa al mercato di piazza Madama Cristina a Torino + Baby melanzane in padella e frittura di mare!

Io e Mariangela nei giorni scorsi siamo andate a fare la spesa al mercato di piazza Madama Cristina a Torino :) troviamo sempre dei prodotti buonissimi! La verdura la compriamo nel banchetto vicino all'edicola dei giornali, che ha sempre frutta e verdura bellissima.






 Questa volta abbiamo provato della baby melanzane e delle patate del burro: la signora del banchetto ci ha consigliato come preparare le une e le altre (tra poco vi diamo le ricette!)

baby melanzane
Queste baby melanzane (buonissime) sono coltivate da un'azienda agricola siciliana, la Perla del Sud, e pesano in media 35 grammi l'una. Le patate del burro, invece, sono quelle patatine piccine che si preparano senza togliere la buccia:
patate del burro
Abbiamo poi proseguito con i nostri acquisti al banchetto del pesce Pescheria il Corallo, sempre sullo stesso lato della piazza:


Ci siamo comprate le alici e i ciuffetti da friggere!

Una volta giunte a casa abbiamo preparato i nostri acquisti in questo modo:

BABY MELANZANE IN PADELLA
Abbiamo lavato le melanzanine e le abbiamo tagliate in quattro per il verso lungo.  Poi le abbiamo messe a scolare con un po' di sale sopra per togliere l'amaro. Trascorso un po' di tempo le abbiamo sciacquate e messe in padella con olio, sale, prezzemolo e uno spicchio d'aglio.

La cottura è molto rapida e il risultato gustosissimo!


PATATE DEL BURRO
Le patatine del burro sono velocissime da preparare. Basta lavarle per bene e metterle in padella, senza togliere la buccia, con un po' di burro, sale e uno spicchio d'aglio.


ALICI E CIUFFETTI FRITTI
Abbiamo passato i ciuffetti nella farina. Le alici hanno richiesto un po' di lavoro in più: le abbiamo pulite e aperte a libro, poi le abbiamo passate in un rosso d'uovo sbattuto e infine impanate.



Per finire abbiamo fritto i ciuffetti e le alici separatamente, in due padelle con abbondante olio d'oliva. Un pizzico di sale e un po' di limone hanno completato il tutto e non c è rimasto altro da fare che gustarci la nostra ottima cena!

Insalata di farro tiepida

Buongiorno a tutti! Oggi vi propongo una ricetta semplicissima, ottima in questa stagione e per tutta l'estate. L' insalata di farro tiepida è facile e veloce da preparare e questi non sono gli unici due vantaggi della ricetta: è anche sana, leggera e si può condire in vari modi a seconda di quello che si ha in dispensa :) Vi racconto come l'ho preparata io ieri sera:

INGREDIENTI
2 etti di farro (del tipo che cuoce in dieci minuti)
12 pomodorini ciliegini
3 zucchine chiare
un ciuffo di prezzemolo
una scatoletta di tonno sott'olio di oliva
una manciata di olive taggiasche
10 capperi
una manciata di pistacchi sminuzzati
qualche scaglia di pecorino romano
olio extravergine d'oliva
sale

PREPARAZIONE
Affettate le zucchine a rondelle e mettetele in padella con un filo di olio d'oliva. Poi mettete a scaldare una pentola con abbondante acqua salata; quando avrà raggiunto il bollore versateci dentro il farro. Nel frattempo prendete una grossa ciotola nella quale servirete poi l'insalata di farro: iniziate a metterci sul fondo il tonno, il prezzemolo sminuzzato, i capperi (ben sciaquati dal sale), i pistacchi sminuzzati, le olive, i pomodorini tagliati in quattro e il pecorino a scaglie. Quando le zucchine saranno ben cotte, togliete la padella dal fuoco e versatele direttamente nella ciotola insieme agli altri ingredienti. Trascorsi i 10 minuti di bollitura del farro, scolatelo bene e trasferitelo nella ciotola con il resto; aggiustate di sale a piacimento e condite con olio extravergine d'oliva. Mescolate bene tutto e... voilà, l'insalata di farro è pronta per essere portata in tavola, tiepida e gustosa!
BUON APPETITO!




 

giovedì 5 maggio 2011

Penne di farro con crema di zucchine e gamberi

Eccovi la ricetta filmata delle penne di farro con crema di zucchine e gamberi, tratta dal libro Ricette 2.0 (disponibile sul sito www.daiblogallatuatavola.it).
Ok, è un po' trash. Ma ci siamo divertite e presto vi proporremo altre ricette filmate!
Buona visione!

lunedì 2 maggio 2011

Antico Ristorante Fossati




Buon lunedì carissimi followers!

Purtroppo il weekend si é concluso come al solito troppo rapidamente ma non angustiatevi: oggi vi raccomanderò un ristorante molto appetitoso dove potreste andare il prossimo fine settimana, così iniziate già oggi a pianificare il vostro itinerario enogastronomico.

Siete pronti?

Il ristorante che vi segnalo si chiama ANTICO RISTORANTE FOSSATI e si trova a Triuggio (MB) - 14, v. Filiberto Emanuele.

Il posto vi affascinerà già solo ammirandolo dall'esterno in quanto si tratta di uno storico edificio del XV secolo nato come casino di caccia di Lodovico il Moro.
In questa fantastica cornice potrete gustare deliziosi piatti tipici della tradizione briantea.



Vi consiglio il mio menù che era così composto:

per iniziare, un abbondante piatto di antipasti misti che comprendevano una serie di salumi nostrani e la mortadella di fegato che ho assaggiato per la prima volta nella mia vita e n'é valsa la pena perché era assolutamente ottima!


Successivamente è arrivato il piatto forte: il risotto con l'osso buco. Per questo piatto purtroppo le descrizioni non bastano, dovete assolutamente mangiarlo per scoprire la bontà che racchiude!



Il tutto accompagnato da un ottimo NEBBIOLO DOC "ACCERTO" 2007 del produttore Mario Giribaldi.
E' un vino dal gusto asciutto, pieno, armonico con riferimenti di cannella, liquirizia e marmellata di frutta rossa, toni molto equilibrati ed ottima persistenza al palato.



Per finire in bellezza (purtroppo il dolce non sono riuscita a mangiarlo perché provavo un certo senso di sazietà), un buon Amaretto Disaronno.

Complimenti alla Famiglia Fossati per aver creato un posto così!


ANTICO RISTORANTE FOSSATI
v. Filiberto Emanuele
TRIUGGIO (MB)
T 0362 997799 - 0362 997521 - F 0362 997788
E ristorantefossati@alice.it




Buon giro!
Io scappo in palestra...

Ristorante Nazionale a Vernante

Venerdì sera ho avuto l'immenso piacere di gustare una cena squisita durante il viaggio da Torino a Mentone. Decidendo di passare per il Col di Tenda, si attraversa (poco prima di raggiungere Limone Piemonte) un paesino che si chiama Vernante. Proprio sulla strada principale si trova il ristorante Nazionale, da tempo famoso tempio di ottima cucina piemontese, dove io non ero ancora mai stata.

Il ristorante è molto famoso e tra i vari riconoscimenti ha ricevuto anche una critica entusiastica da parte di Raspelli sulla Stampa nel 2006. La struttura è anche albergo e ha un bellissimo Relais dall'altra parte della strada.
Il Relais del Nazionale a Vernante
dadolata di vitello cruda
Beh, la cena è stata davvero deliziosa. Abbiamo ordinato tra le altre cose una dadolata di vitello cruda con le sue salse, una roba divina, carne così buona e morbida che si scioglieva in bocca. Poi una fassona di razza piemontese alle erbette odorose e barba dei frati e un petto d'anatra con cavolo rosso e mela.
Fassona di razza piemontese alle erbette odorose e barba dei frati
Il petto d'anatra, il cavolo rosso e la mela
Entrambi i piatti erano divini (io ho preferito il petto d'anatra anche se è stato difficile scegliere), mi è spiaciuto non prendere il primo ma non ce l'avrei potuta fare dal momento che dopo il secondo non ho saputo resistere al carrello dei formaggi, grande vanto del ristorante, composto da una trentina di formaggi golosissimi.
La cena è stata annaffiata da un buon vino molto particolare, un Pelaverga delle Colline Saluzzesi Casetta, leggero e fruttato: un'altra piacevole scoperta per me. Questo vino nel '500 fu addirittura donato al Papa che lo volle alla sua mensa, come potete leggere sull'etichetta qui sotto:

Che altro dire? Lo consiglio a tutti! Mangiando e bevendo un bel po' come ho fatto io, si spendono circa 50 euro, ma sono davvero ben spesi e ci si rimette in auto per proseguire il viaggio con il buonumore (tranquilli, non guidavo io... ho apprezzato il Pelaverga senza infrangere la legge). Se passata da quelle parti, non fatevelo sfuggire!

RISTORANTE NAZIONALE 
Via Cavour, 60 - 12019 VERNANTE - CUNEO (CN) 
Tel. (+39) 0171 920181