venerdì 17 dicembre 2010

Bucatini alla Caruso

Proseguiamo con le ricette legate ai personaggi celebri con questo primo piatto tradizionalmente attribuito alla creatività del napoletano Enrico Caruso, il piú grande tenore mondiale.  Pare che Caruso amasse mettersi alla prova ai fornelli e fosse una buona forchetta, al punto che, accolto freddamente dai propri conterranei, giurò di non cantare mai più a Napoli ma di tornare solo per gustare i prediletti maccheroni.

INGREDIENTI (per 4 persone)
400g di bucatini
5 zucchine
2 peperoni(1 rosso ed 1 giallo)
1/2kg pomodori pachino
sale
pepe nero
basilico fresco alcune foglie
1 etto di pecorino grattugiato
1 spicchio d’aglio mondato e tritato
2 bicchieri di olio di semi per frittura,
1 bicchiere d’olio extra vergine d'oliva

PREPARAZIONE
Tagliate a rondelle le zucchine e friggetele in padella con olio di semi bollente; mettetele poi da parte in caldo. Passate in forno caldo (200°) i peperoni, spellateli poi sotto l’acqua fredda eliminando torsoli, semi e costoline, poi sfilettateli. In un’ampio tegame soffriggete l'olio d'oliva con l'aglio tritato, aggiungete i peperoni, i pomodori pachino tagliati in quattro parti, un po' di pepe, sale e mezza tazza da latte d'acqua bollente; fate cuocere per 30 minuti. A parte portate ad ebollizione abbondante acqua salata  e lessate al dente i bucatini; una volta cotti scolateli e metteteli in padella con il sugo preparato, mescolando bene. Aggiungete infine le zucchine fritte, il basilico fresco spezzettato a mano ed il formaggio grattugiato e servite.

 Durante la preparazione potete ispirarvi con questa celebre aria cantata da Caruso e tratta dal Rigoletto...

1 commento:

  1. Priscila Arruga21 dicembre 2010 02:54

    Bellissimo post. Mi piace molto!!!!

    RispondiElimina