giovedì 31 marzo 2011

A cena con le eccellenze torinesi e piemontesi: i formaggi dell'associazione Assopiemonte

Continuiamo con la presentazione delle eccellenze scelte per la cena che si terrà venerdì 1 aprile al circolo canottieri Esperia di Torino. Ci sarà una degustazione di formaggi D.O.P. piemontesi forniti da Assopiemonte, l'associazione che riunisce i 6 consorzi di Tutela dei formaggi a Denominazione di Origine Protetta esclusivamente prodotti in Piemonte: Bra, Castelmagno, Murazzano, Raschera, Robiola di Roccaverano e Toma Piemontese.

Noi per la degustazione abbiamo scelto: Bra duro, Castelmagno e Raschera d'alpeggio
Sono tre delizie che meritano di essere presentate una ad una.

Il Bra Duro è un formaggio semigrasso con una crosta di colore beige scuro. La sua pasta è consistente con occhiature piccolissime e quasi invisibili. Ha un colore opaco con un sapore fortemente sapido ed a volte piccante. 

 Il Castelmagno, forse il più conosciuto tra i formaggi D.O.P. piemontesi, ha origini antichissime. Ha un sapore fine, delicato e moderatamente salato se poco stagionato; saporito, forte e piccante se stagionato. Domani a cena noi lo proporremo sia in degustazione che fuso, nei vol au vent, al posto della classica fonduta.
Il Raschera DOP è un formaggio semigrasso, crudo, pressato, a pasta compatta di colore bianco avorio. Nelle forme più fresche il sapore è fine e delicato, nel Raschera stagionato è intenso, persistente e sapido, tendente al piccante. Nel Raschera d'alpeggio prevalgono i caratteristici sentori di malga e di erbe alpine. 

Domani sera degusteremo questi ottimi formaggi acompagnati dalle salsine Prunotto e non vediamo l'ora!
Per gustare i formaggi DOP piemontesi anche a casa, andate sul sito di Assopiemonte: troverete l'elenco di tutti i produttori per procurarveli!

Nessun commento:

Posta un commento